Crea sito
0 In Editoria/ La vetrina degli esordienti

Eppela, strategie di crowdfounding per promuovere le tue idee

Hai un’idea, un libro da pubblicare e promuovere, l’aspirazione ad aprire una libreria, o altri obiettivi in ambito letterario? Allora questo articolo ti può interessare


Tu. Sì, proprio tu! Conosci la piattaforma di crowdfounding Eppela? Se la tua risposta si limita a qualche borbottio, allora resta ancora un attimo e leggi il suo potenziale.


Come funziona Eppela

Senza grandi paroloni, Eppela è una sistema di “finanziamento dal basso“, che permette di condividere idee sul web, di trovare persone interessate e di raccogliere il sostegno (economico) per realizzarle.

Eppela si basa sul crowdfunding reward-based: il “creatore” spiega la propria idea (con un breve video o una descrizione scritta), assicura delle ricompense ai suoi sostenitori e questi ultimi contribuiscono nella misura in cui preferiscono.

Questo funzionamento, secondo i fan del crowdfounding, consente di portare al successo obiettivi personali, che siano prodotti, servizi, cause.


Cosa trovare su Eppela

La piattaforma è costantemente aggiornata, in modo che ognuno possa monitorare ogni progetto di natura sociale, culturale, ambientale, formativa e chi più ne ha, più ne metta.

In ambito letterario, molte sono state e sono tutt’ora le occasioni per vedere crescere e prendere forma il tanto ambito sogno: è nata una casa editrice digitale e innovativa per pubblicare e promuovere i libri (è il caso di Geeko Editor), ma ad oggi sono in corso raccolte fondi anche per idee editoriali come quella di “Metti che...”, che si basa sul desiderio di Arianna Esposito di stampare e promuovere una raccolta di poesie e pensieri grazie a questa piattaforma. A 22 giorni dalla fine del tempo stabilito per la raccolta fondi ha ottenuto 205€ (ne mancano 295 per raggiungere la soglia).

Alcuni progetti finanziati

Singolare è anche il progetto che si è guadagnato il finanziamento, che vede la nascita di una libreria, dove fare colazione, trascorrere il proprio tempo immerso tra i libri e con una piccola sala per proiettare film, realizzare laboratori e attività di coworking a Fiesole.

E poi, con un finanziamento di circa 14.500€, è il progetto della Fondazione Tobino “Libri sott’acqua“, che si propone di salvare la storia della psichiatria custodita nella biblioteca Giordano dell’ex ospedale psichiatrico di Maggiano.


Come diventare “sostenitore” o “creatore” di progetti

Ci vorrebbero moltissime altre parole per presentare tutti i progetti attivi e conclusi sulla piattaforma di “finanziamento dal basso” di Eppela, la quale rappresenta solo una tra le tante realtà promotrici di idee, che si muovono secondo questo particolare sistema appena descritto sul web.

A questo punto, lettore, se l’articolo ti è interessato e sei curioso di scoprire qualche informazione in più su Eppela (per contribuire alla realizzazione di un sogno con una somma in denaro, o per avviare una campagna di promozione e dare una chance concreta a un progetto che hai sempre avuto nel cassetto), clicca qui per scoprire il sito.

Nessun Commento

Lascia un Commento