Crea sito
0 In Editoria

La poesia è di tutti: inaugurata la mostra de LaLettura

E’ stata inaugurata il 15 novembre alla Triennale di Milano la mostra del supplemento culturale “LaLettura”


Si tratta di un’esposizione dal titolo “La Poesia è di tutti. Linguaggi, azioni e visioni poetiche”, organizzata dall’inserto, con la Fondazione Corriere della Sera e curata da Gianluigi Colin e Antonio Troiano.

L’evento proporrà, fino al 15 dicembre a ingresso gratuito, “il linguaggio poetico nella sua sostanza pura o declinato in diverse forme”.

La Poesia è di tutti porta alla Triennale opere di importanti artisti che sono stati ispirati dai versi dei poeti: Jan Fabre influenzato dalla mistica Ildegarda di Bingen, Giosetta Fioroni, che rende omaggio all’amico Alberto Arbasin; Mimmo Jodice che traduce in fotografia i testi di Charles Bukowski e Cesare Pavese; e poi Anselm Kiefer che cita le parole di Ingeborg Bachmann e Joseph Kosuth quelle di Beckett; mentre i versi di Rainer Maria Rilke e di altri poeti hanno ispirato Ettore Spalletti (scomparso lo scorso 11 ottobre).

Protagoniste all’esposizione saranno anche le copertine poetiche dell’inserto LaLettura, che hanno ospitato “poesie visive” o che sono state realizzate da poeti e artisti come Nanni Balestrini, Emilio Isgrò e John Giorno.

Fonte: corriere.it

Ancora, presente la poesia che negli anni è stata proposta attraverso le pagine, le illustrazioni, le graphic novel e le fotografie (con i ritratti di grandi poeti italiani realizzati da Carlo Bavagnoli tra gli anni Cinquanta e i Settanta, ma anche quelli di contemporanei a opera di altri grandi nomi della fotografia).

Una sezione (curata da Achilli e Francesco Dondina) sarà invece dedicata alla rassegna Milano.poesia (1984-1992): un omaggio ad Antonio Porta (1935-1989) e Giovanni Raboni (1932-2004), storici collaboratori del «Corriere».

In mostra ci sarà anche il “Manifesto della Lettura” di Marcello Jori, un’opera poetica in due tavole che è una “dichiarazione pubblica di intenti e sentimenti privati”.

Si tratta di un programma in dieci punti in cui l’artista si prodiga in difesa della cultura, considerata come valore fondante per costruire un mondo migliore.

Nessun Commento

Lascia un Commento