Crea sito
1 In Editoria/ La vetrina degli esordienti/ Scrittura creativa

Quaderni Fandango di Scrittura creativa – la recensione

Quaderni di scrittura creativa fandango

Un manuale pratico-teorico con suggerimenti dai grandi scrittori per realizzare personaggi, ambientazioni e storie unici


“Se volete fare gli scrittori, ci sono due esercizi fondamentali: leggere molto e scrivere molto”

Così suggerisce il re dell’horror Stephan King, che, oltre offrire ai suoi fan una cassetta degli attrezzi dal titolo On writing, in grado di dispensare consigli semplici e chiari di scrittura creativa, è autore di grandissimi bestseller nel panorama editoriale.

Su questo principio – possiamo dire – è nato “I quaderni Fandango di Scrittura creativa“, un manuale pratico-teorico, che ho trovato molto utile per tutti coloro che amano scrivere e desiderano migliorare nella creazione di storie interessanti e dallo stile unico.

Il manuale, pubblicato dalla casa editrice Fandango, si può definire come un insieme di chicche letterarie ed esercizi (70 per la precisione), che si rivelano uno strumento stimolante per trovare spunti e nuove ispirazioni per creare storie avvincenti, ma soprattutto originali.


Cosa offre il manuale?

All’interno è presente una ventina di grandi autori del calibro di James Joyce che svela la sua forza letteraria (il flusso di coscienza), utile ancora oggi per incoraggiare gli aspiranti scrittori a dare libero sfogo alla propria creatività; Heminguay, che racconta come la brevità e la concisione siano frutto del suo successo letterario; Garcìa Màrchez, che dimostra come è possibile creare uno stile unico intrecciando elementi magici e realistici.

Ma di grande ispirazione sono anche alcune citazioni pronunciate da autori della letteratura come Murakami Haruki, che ha detto: “Non ci sono parole nuove. Il nostro mestiere consiste nel dare nuovi significati e sfumature particolari a parole del tutto ordinarie”; come Margaret Atwood, che ha scritto: “Mai progettare tutto in anticipo. Cominciate e basta. Buttatevi, come se andaste a fare una nuotata”, o ancora di Kurt Vonnegut: “Sii sadico. Non importa quanto dolci e innocenti siano i tuoi personaggi, fa che accadano loro cose tremende così che il lettore possa vedere di che stoffa sono fatti”.

Sicuramente, sono due i più grandi insegnamenti che si possono trarre da questo volume: per scrivere bene è opportuno conoscere più autori possibili, affinchè si conoscano stili e tecniche di scrittura differenti e originali; mai stancarsi di sperimentare e trovare nuove ispirazioni e modalità per migliorare la propria scrittura.


Il manuale è utile per…

Questo volume è adatto per chiunque voglia approcciarsi per la prima volta alla scrittura creativa, ma risulta vantaggioso anche per chi scrive già da tempo e spesso si sente vittima del cosiddetto blocco dello scrittore, che cristallizza il pensiero e induce a credere di aver esaurito le proprie idee.

  • Elisa Vagnarelli
    22 Gennaio, 2020 at 7:11 pm

    Il libro mi incuriosisce tantissmo. Grazie mille per questo post, che lo descrive perfettamente. 😊 Buone letture e buone scritture! 😉