Crea sito
0 In Editoria

Inserti culturali sui libri: guida ai migliori

Sono essenzialmente tre i più grandi supplementi che parlano di libri, ma tante (e interessanti) sono anche le riviste in circolazione


Che rapporto hai con gli inserti culturali? Metti da parte qualche moneta per dedicare il weekend alla lettura di questi supplementi?

Sicuramente se sei un lettore forte gli inserti culturali ti offrono una valida opportunità per trovare una nuova lettura, grazie alle loro segnalazioni prive di spoiler e alle interviste agli autori che aprono il loro mondo e accompagnano i potenziali lettori alla scoperta delle sensibilità trattate.

Oltre proporre consigli letterari, tramite veri e propri articoli giornalistici, gli inserti culturali elaborano degli approfondimenti sugli scrittori che hanno fatto la storia della letteratura (spesso anche poco conosciuti), pubblicano interviste e una sorta di agenda dove consultare tutti gli eventi di rilievo a tema letterario che trovi in giro per l’Italia.

Negli inserti culturali, inoltre, è facile trovare report sulle classifiche delle vendite, con una top 10 per tenere d’occhio i gusti e gli andamenti letterari della settimana. Il tutto con un costo veramente ridotto, che si aggira tra l’euro e i 50 centesimi.

Tuttavia, se proprio vogliamo trovare qualche difetto facendo incetta di inserti letterari è spesso normale trovare segnalazioni di libri in comunione con gli altri giornali: a essere trattati sono spesso libri di recente uscita, che portano nomi di noti autori del panorama letterario odierno, spesso sostenuti da campagne pubblicitarie potenti.

Ma ora veniamo a quali inserti culturali troviamo ogni settimana in edicola. Senza dubbio, quelli più noti e puri sono essenzialmente tre: Robinson, TuttoLibri e LaLettura. Ma degni di essere menzionati anche IlLibraio (a cadenza bimestrale), Read (trimestrale) e alcune riviste più generiche, ma che donano grande spazio ai libri.


Robinson

Robinson, inserto letterario de “La Repubblica”, in edicola ogni sabato, è una raccolta di contenuti che si apre con uno speciale dedicato a un autore in particolare o una tematica attuale connessa al mondo editoriale. Nelle precedenti edizioni le prime pagine sono state dedicate alla (ri)scoperta di Dostoevskij, celebre scrittore russo le cui opere oggi possono essere concepite come una “terapia” libresca.

A seguire, l’inserto si concentra sui libri (di recente uscita), che vengono descritti a grandi linee e valutati con delle stelle che vanno da una a cinque. Robinson, inoltre, ogni settimana dedica una pagina ad approfondire la biografia di un autore scelto dai lettori. In una precedente edizione, la rubrica “A grande richiesta” è stata orientata alla scoperta di Matilde Serao, fondatrice del giornale “Il Mattino”, ma anche romanziera e autrice di celebri reportage, oltre essere stata candidata più volte al Nobel.

Grande attenzione viene anche riservata alle letture per ragazzi, alle classifiche, ai festival, ma anche all’arte, agli spettacoli, alla musica, alle serie tv e ai fumetti. Robinson conclude poi con “Straparlando”, con un’intervista a una grande personalità culturale.

robinson

TuttoLibri

Tuttolibri, supplemento culturale in uscita il sabato all’interno del quotidiano “La Stampa”, si apre con “Il personaggio“, una rubrica dedicata a un autore di fama internazionale, di ieri o di oggi, in occasione di una recente pubblicazione. In una precedente edizione, infatti, le prime pagine sono state dedicate a Rebecca West, autrice vissuta a cavallo tra ‘800 e ‘900 e penna della trilogia della famiglia Aubrey. A dar voce alla grande scrittrice la pronipote che, in un’intervista, ricorda la zia che ha accompagnato la sua infanzia.

A seguire, il viaggio di “Diario di un personaggio” conduce all’approfondimento di un altro importante autore; sarà dopo che si parlerà più nel dettaglio di libri italiani e stranieri con un’ampia veduta sui generi letterari. Anche qui non mancano interviste e articoli scritti direttamente dagli scrittori (in una precedente edizione, ad esempio, è stata tradotta una riflessione di Isabel Allende).

Di Tuttolibri bisogna ricordare anche “Un classico a fumetti“, una sezione di due pagine che racconta ogni volta, attraverso immagini colorate e battute, un nuovo classico (riassunto) della letteratura come il Macbeth di Shakespeare o il Deserto dei tartari di Dino Buzzati.

Infine, questo inserto offre uno spazio letterario alla saggistica, alla spiritualità e ai “piccoli lettori“, per concludere con la classifica delle vendite.


LaLettura

LaLettura, inserto culturale in uscita ogni domenica con “Il Corriere della Sera”, a differenza di Robinson e Tuttolibri offre una selezione di articoli di più ampio raggio. A occupare le pagine del supplemento non sono solo i libri, ma tutto il comparto culturale, con approfondimenti su scienza, tecnologia, filosofia, arte e società.

In particolare, a esplorare autori e tendenze letterarie è la sezione “Libri” che passa dalla narrativa alla saggistica e alla poesia, offrendo uno spazio importante alle recensioni. Ma anche qui le classifiche dei libri più venduti non vengono trascurate.

Nelle ultime pagine, dopo aver concesso spazio al teatro e al cinema, LaLettura ritorna sui libri con la rubrica “Percorsi” che propone reportage di viaggio, inchieste, graphic novel e racconti completi (anche stranieri).

Lalettura

Altri quotidiani e riviste

A dare spazio, seppur ridotto, ai libri anche quotidiani e riviste a cadenza settimanale. Tra i quotidiani che dedicano una o più pagine o un trafiletto alla letteratura troviamo, ad esempio, Il Foglio, Il Messaggero e Il Mattino.

Ma da menzione in questa direzione anche alcune riviste come 7Corriere, Il venerdì, Io Donna, che dedicano alcuni servizi ai libri in uscita; IlLibraio, che illustra le novità letterarie del Gruppo Gems e la nuova rivista Read, che dona tutto il suo spazio all’editoria, con consigli di lettura, recensioni, interviste, racconti e curiosità sul mondo dell’editoria, della scrittura e dei social.

Nessun Commento

Lascia un Commento